Aleso - Civita Castellana

Vai ai contenuti
Aleso
Nella mitologia greca, Aleso o Alisco è figlio di Briseide e di Agamennone. Agamennone fuori dal matrimonio ebbe numerose amanti e figli, fra cui tale Aleso. Clitennestra ed Egisto organizzarono una strage nel palazzo dove il ragazzo risiedeva appena Agamennone ritornò dalla lunga guerra di Troia ma Aleso fu uno dei pochi a scampare alla morte. Fuggito, si recò in Italia dove fondò la città di Falerii; partecipò alla guerra di Enea contro i Latini, venuto in Italia per fondare una nuova terra in quel luogo, schierandosi dalla parte di questi ultimi. Durante gli scontri egli, alleato di Turno, uccise abbastanza guerrieri nemici (Ladone, Ferete e Demodoco; Toante colpito da un masso al volto e per finire Strimonio) venendo poi ucciso da Pallante, che intendeva vendicare tutti i compagni uccisi dall'eroe; quando Pallante scagliò l'asta contro uno dei Latini, Aleso gli fece scudo parandoglisi davanti, e fu così che venne colpito dalla lancia del nemico in pieno petto.

Fonte Wikipedia | Link pagina: https://it.wikipedia.org/wiki/Aleso_(mitologia_greca)

Aleso Civita Castellana immagine illustrativa
www.civitacastellana.eu

Torna ai contenuti